Tiella di Polpo

Tiella di Polpo come si fa a Gaeta

La Tiella di Gaeta è una torta salata che proviene dalla tradizione gastronomica Laziale. Può essere considerata come un piatto unico dal momento che è composta da un involucro di pasta, farcito con pesce o verdure, ma la vera versione che si fa a Gaeta è con i polpi e ovviamente le olive di Gaeta. Si può mangiare tiepida ma anche fredda e secondo la tradizione va servita a quarti.

  • Preparazione 20 Minuti
  • Cottura 30 Minuti
  • Tempo Totale 50 Minuti
  • Porzioni 4 Persone
  • Calorie/Porz. 350 kcal

Ingredienti

  • 600 gr di farina
  • sale fino
  • 4 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva
  • 2 bicchieri d’acqua tiepida
  • un quadratino di lievito da pane
  • 1,5 Kg di polpi veraci, quelli con la doppia fila di ventose sui tentacoli
  • prezzemolo
  • aglio
  • olive di Gaeta snocciolate
  • pomodoro a pezzi
  • peperoncino

Preparazione

  1. Fai una fossetta con la farina nella quale si aggiunge sale fino, olio e l’acqua nella quale si è preventivamente sciolto il lievito. Si impasta il tutto fino ad ottenere una pasta morbida e vellutata che viene divisa in panetti poco più grandi di un pugno (occorrono due panetti per tiella) che vengono lasciati a crescere per un’ora avvolti in una tovaglia.
    Il panetto cresciuto si stende con un matterello per ottenere due dischi, di diametro leggermente superiore alla teglia, tra i quali si metterà il ripieno.
  2. I polpi vanno puliti e lessati e si tagliano a pezzetti, si condiscono con molto prezzemolo e aglio tritati, pomodori a pezzi, olive di Gaeta snocciolate, poco sale e peperoncino.
    Il tutto si lascia in un colabrodo affinché diventi più asciutto possibile. Si trasferisce quindi in una ciotola e si aggiunge l'olio d’oliva.
  3. Il primo disco viene disteso su una teglia unta d’olio, si aggiunge il ripieno, si copre con il secondo disco facendo aderire tra loro i bordi, si rimuove il superfluo, si fanno dei piccoli pizzichi sui bordi con le dita e dei buchi con la forchetta sul disco superiore. Si cosparge con un filo d’olio e si mette nel forno a 200° per circa 30 minuti.

Note

Va mangiata tiepida o fredda a fette, e secondo la tradizione le fette sono a quarti.

 

Varianti 

Se preferite potete preparare la tiella di Gaeta con verdure sostituendo il polpo con verdure a piacere.

Dove trovare gli ingredienti

Da Norcia a Roma, norcini da 4 generazioni. Dal 1956 al servizio del cliente con competenza e serietà. Se cercate del baccalà, questa è la bottega che fa per voi!
La Pescheria Grilli non ha mai smesso di portare il miglior pesce del Tirreno nel quartiere di Piazza Bologna.
Qui ogni giorno insalata di mare fresca, una vera specialità. Offrono un vasto assortimento di pesce: dal pesce spada, al tonno pinna gialla, non manca mai il pesce di paranza e il pesce azzurro e tutte le specie di crostacei come gamberetti, gamberoni rossi, scampi e mazzancolle.
La pizzicheria di Roberto e Luigi è semplicemente l’avanguardia del commercio al dettaglio. Il loro è un minimarket d’estrema qualità presente nel mercato Trionfale. Inutile elencarvi tutti i prodotti presenti dentro il loro box: vedere per credere e soprattutto mangiare per vivere esperienze gustative eccezionali.
Il miglior pesce ogni giorno, direttamente delle aste di Formia e Fiumicino, per questo che qui la scelta e l’eterogeneità del pesce è perfettamente bilanciata alla qualità
Diciamo le cose come stanno: La Drogheria Alecci è il mercato nel Mercato Italia
Donato da circa quindici anni, si impegna per portare sulle tavole dei suoi clienti solo ed esclusivamente pescato nazionale.
Oltre 25 anni di esperienza. Presenti dal 1991 con due punti vendita nello stesso mercato, la famiglia Maresca porta tutti i giorni i frutti, i sapori e i colori del Mar Tirreno nel quartiere della Montagnola.
Da Maldera trovi lasagne e cannelloni, nei vari gusti, già pronte da gustare e ancora pasta fresca, ravioli, sfoglia, tortellini e fettuccine disponibili giornalmente.

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. Laura

    Le variazioni sul tema ‘Tiella’ sono veramente infinite. Provate patate e salsiccia, una delizia.

  2. Flavio

    Una prelibatezza. Il problema è quando dire basta, non smetteresti mai di mangiarne.

Lascia un commento